Internet of Things @ Eclipse

Eclipse Foundation favorisce la crescita dei cosi detti Eclipse Working Groups, costituiti da aziende che collaborano assieme per un interesse comune particolare. In questo articolo parleremo del Eclipse M2M Working Group, che rappresenta una collaborazione tra aziende e organizzazioni la cui attività è focalizzata sullo sviluppo di protocolli, frameworks e tools Open Source per lo sviluppo Machine to Machine.

Lo scopo di questo gruppo è rendere facile lo sviluppo di applicazioni M2M basate su standard aperti e tecnologie Open Source.

Segnaliamo in particolare i progetti che sono già attivi da tempo all’interno del M2M Working Group, di cui riportiamo una breve descrizione:

  • Mihinicon il contributo iniziale fornito da Sierra Wireless, è un framework basato su Lua per la gestione di connettività di rete, realizza un livello di astrazione per l’hardware e i protocolli, e fornisce un sistema di trasmissione tra i dispositivi e il server.
  • Paho fornisce un implementazione Open Source del protocollo OASIS MQTT. Negli ultimi sei mesi Paho ha ricevuto contributi dalla community per le implementazioni client MQTT in Python, JavaScript, and Objective-C.
  • Koneki è un IDE basato su Lua, la cui versione 1.0 è stata inclusa come parte di Kepler, l’annuale release ufficiale di Eclipse. Koneki 1.0 supporta il nuovo runtime di Lua 5.2 e il nuovo supporto allo sviluppo remoto per il framework Mihini.

Negli ultimi tempi il gruppo di lavoro M2M è stato molto attivo, soprattutto con la presentazione di alcuni nuovi progetti recentemente proposti presso Eclipse:

  • Ponte è un framework (realizzato in Javascript con node.js) che permette di leggere e scrivere dati da sensori e attuatori attraverso i protocolli M2M, accessibili attraverso API REST. Ponte fornirà inoltre la possibilità di convertire e scambiare dati tra i vari protocolli. I protocolli inizialmente supportati saranno MQTT and CoAP (Constrained Application Protocol).
  • Eclipse SCADA è un’implementazione Open Source dei sistemi Supervisory Control and Data Acquisitiontipicamente usati pe controllare e gestirei processi industriali di larga scala, come per esempio i parchi solari. Eclipse SCADA fornirà connettività per un vasto numero di dispositivi industriale, un sistema di monitoring per creare allarmi ed eventi, la registrazione dei dati storici e un framework per costruire una interfaccia utente customizzata etutte le visualizzazioni per queste funzioni.
  • Concierge è un implementazione delle specifice core OSGi che bene si adatta all’uso embedded e per dispositivi mobile. Concierge ha come obiettivo occupare con un jar meno di 400KB, permettendone l’esecuzione su dispositivi con risorse limitate.
  • Kura è un framework basato su Java e OSGi per applicazioni che fornisce accesso a servizi M2M. Kura fornirà un insieme di servizi comuni per lo sviluppo in Java, tra cui l’accesso I/O,i servizi dati, la configurazione di rete e la gestione remota.

Infine, alcuni rumors danno per imminente la presentazione di un nuovo progetto presso la community di Eclipse, che dovrebbe essere parte di un progetto più ampio, molto attivo nell’ambiente della Home Automation: openHab

UPDATE: I rumors erano veri: ecco il link al proposal del progetto SmartHome!

Share
Bookmark the permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *